La Tribuna di Treviso - 3 gennaio 2019 - Vigneti, incognita prezzi. Gli agricoltori rischiano con nocciole e canapa.LA TRIBUNA DI TREVISO
GIOVEDÌ 03 GENNAIO 2019

Treviso Economia - Pag. 18
IL SONDAGGIO DI “TERRA CASA”

Vigneti, incognita prezzi. Gli agricoltori rischiano con nocciole e canapa

TREVISO. Quotazioni incerte per quanto riguarda il valore dei terreni a vigneto nei prossimi anni. Terra Casa, agenzia immobiliare trevigiana specializzata in vigneti, ha intervistato 300 operatori del settore nel corso della Fiera di Santa Lucia. Gli intervistati sono per il 69% della provincia di Treviso, seguiti da Padova, Belluno e Pordenone. Il 52% ha un’età compresa tra 30 e 60 anni, il 13% è under 30 e il 35% over 60. Secondo il 27,6% degli intervistati, i prezzi dei terreni a vigneto continueranno a salire (ipotizzando che non ci siano interventi a variare le superfici consentite), secondo il 36,4% resteranno stabili, secondo il 32,6% scenderanno.
Le alternative? Noci, canapa e melograno. I seminativi, invece, sono in calo. “Il settore si muove in un generale senso di scoraggiamento, se escludiamo i viticoltori, perché la redditività dei seminativi continua a scendere, schiacciata dalla concorrenza straniera” spiega Roberto Martinuzzo, titolare di Terra Casa, “nonostante questo, il richiamo della terra rimane un valore forte: il 36,6% degli intervistati si dichiara interessato ad acquistare terreni nel 2019, mentre solo il 18,5% intende vendere. Il 32,8% ha dichiarato di prevedere l’acquisto di nuovi macchinari nel 2019. Guida la classifica delle preferenze la vite, seguita da noci e nocciole, frumento, canapa, mais, melograno, soia, ortaggi, frutta, kiwi. I contadini sono indecisi tra le coltivazioni tradizionali, che rendono poco ma sono una garanzia, e le nuove, che sono un rischio.” Tra i “rischi” più accettati ci sono gli ulivi, sensibili alle variazioni climatiche ma favoriti da un clima più mite che in passato.


Terracasa Press: La Tribuna di Treviso - 3 gennaio 2019 - Vigneti, incognita prezzi. Gli agricoltori rischiano con nocciole e canapa.